Che cos’è la verità?

Ma, sopratutto, esiste?

La Verità è uno specchio caduto dalle mani di Dio

e andato in frantumi.

Ognuno ne raccoglie un frammento

e sostiene che lì è racchiusa tutta la Verità.

Questa bellissima frase racchiude il senso della Verità. Essa non può essere compresa, ma nemmeno intravista se presa isolatamente, ovvero dal punto di vista unico e individuale.

Mettere insieme i pezzi, per ricomporre lo specchio permette la visione completa delle cose.

Ma spesso non siamo disposti ad unire il nostro pezzo con quello di qualcun altro e considerarli insieme. Come ben illustrato nell’immagine, se le nostre credenze ci dicono che vediamo un numero 6, non siamo certo disposti a credere che quello sia un 9. E’ completamente fuori dalla nostra LOGICA.

Eppure, come vediamo e sperimentiamo ogni giorno, questo può succedere.

Ed è così che nella nostra vita emergono i conflitti. Incomunicabilità, litigi, dispute che generano dalla difficoltà di confrontare i punti di vista, metterli in discussione e cercare di avere una visione più ampVERITàia e più alta della realtà e, forse, più vicina alla Verità (sempre ammesso che una verità esista).

Allora dove ci porta questa frase e in cosa ci aiuta a riflettere?

Insieme al blu la ricerca della verità diventa un lavoro interiore, di messa in discussione delle proprie CREDENZE profonde, dove per “credenze” intendiamo quelle verità che consideriamo incrollabili ma che lo sono solo dentro di noi.

E COSA SUCCEDE quando iniziamo a dubitare che il numero che vediamo sia un 6? O che sia solamente un 6? 

Oppure quando iniziamo ad accettare l’idea che quello che per noi è così chiaramente, logicamente, indubbiamente 6 per qualcuno possa essere altrettanto chiaramente, logicamente e indubbiamente un 9?

Si apre uno spazio… immenso… di comunicazione e confronto.

Forse sta proprio qui la capacità elastica di scorgere la verità… 

NELL’ABBANDONARE L’IDEA CHE NE ESISTA UNA.

Allora al prossimo conflitto della tua vita fermati un attimo.

Siediti in silenzio accanto al blu.

Fa’ un respiro profondo e lascia andare le tensioni del collo e delle spalle. Apri la comunicazione interiore.

Entra in te e chiediti: cosa posso mettere in discussione di me per avere una visione più ampia della situazione?

Quale credenza mi blocca e mi impedisce di comprendere che quel numero possa essere recepito anche come un 9 dalla persona che ho di fronte?

Ecco l’unico posto in cui puoi cercare la verità: non nella ragione o consenso concessi dagli altri, ma nel dialogo profondo con te stesso, laddove spesso fai fatica ad inoltrarti persino tu.

Buon lavoro!

Lascia un commento se ti va.

O leggi gli altri articoli di Porte su un mondo a colori:

Gratitudine

Lasciare andare

Autostima

Ogni settimana una nuova riflessione sulla tua email, solo se ti iscrivi a questa lista speciale:

ISCRIVITI ADESSO!

 

31 luglio 2017

Verità- quante ne racconti?

Che cos’è la verità? Ma, sopratutto, esiste? La Verità è uno specchio caduto dalle mani di Dio e andato in frantumi. Ognuno ne raccoglie un frammento […]
15 marzo 2017

Corso di Felicità

Allenarsi alla felicità con Colori e Risate Dopo la prima stupefacente edizione abbiamo deciso di riproporre questo magico corso. Perchè Corso di Felicità? Perchè la felicità […]
22 giugno 2015

Corpo e inconscio: chi controlla la tua vita?

Ciao! Oggi voglio parlare di un argomento che mi sta molto a cuore ma che noto, attraverso la mia attività lavorativa in studio, che non è […]
11 gennaio 2015
cervicale infiammata

Cervicale infiammata? Spegnila con il blu!

Cervicale inffiammata? Spegnila col blu! L’espressione “cervicale infiammata” è un modo diffuso e popolare per definire la cervicalgia. E, per essere un minimo seri e precisi […]