energia

Il solstizio d’inverno è un momento di passaggio di grande energia. In tutto il mondo e in tutte le epoche, si è da sempre celebrato il passaggio dal giorno alla notte, la nascita di un nuovo sole (il Natale, appunto) come alba di un nuovo giorno .

Esistono numerose storie, leggende e miti legati a questo momento in moltissimi siti ed è curioso scoprire quanta magia e antica saggezza si cela dietro questo momento di passaggio.

Cos’è il Solstizio D’Inverno?

Il termine Solstizio si riferisce allo alla “sosta” che il sole apparentemente fa quando raggiunge il  suo punto più a sud, una sosta di circa 3 giorni, nella quale oggi siamo ancora immersi.

Il momento ufficiale dell’inizio del solstizio di quest’anno è stato il tardo pomeriggio del 21 Dicembre (ore 16.30 circa) ed esso terminerà la notte del 24.  Tra il 24 e il 25 dicembre si verifica quindi la ripresa di questo moto apparente del sole verso nord con il riallungarsi delle giornate e l’aumento della Luce.

Per questa ragione è molto importante che prestiamo attenzione a ciò che  facciamo in questi giorni, soprattutto per quanto riguarda i propositi e gli intenti che mettiamo per l’anno nuovo. 
Essi son come dei semini che piantiamo nelle profondità della terra e che poi piano piano germoglieranno, se nutriti  con pazienza e amore, in nuovi fiori e frutti l’anno prossimo. 

Ciò che ti propongo, dunque, è dare il giusto valore a questo momento con un rituale per il Solstizio d’Inverno che ti permette di percepire chiarezza in te e di  pinatare in profondità di te stessi i migliori proposito

(Possibilmente fai rito tra il 21 e il 24 dicembre)

Procurati:

  • un contenitore dove accendere un piccolo fuoco, in terrazzo, in giardino, sulla finestra.
  • carta e penna nera
  • un incenso
  • un rametto di pino o altra pianta sempreverde
  • un nastro dorato

Prendi un foglietto di carta e scrivi ciò che vuoi lasciare andare dell’anno appena passato. Puoi lasciar andare persone, situazioni, dispute o conflitti. ma anchM qualcosa di non necessariamente negativo, ma che senti che con te ha concluso il proprio ciclo. Scrivi e lascia andare!

Scrivi con consapevolezza e poi unisci questo foglio con il rametto di pino e il nastro dorato.

Su un altro foglietto scrivi invece gli intenti, i progetti, le idee che vuoi vedere realizzate nel 2018. Cerca di non utilizzare il condizionale o il futuro per descriverli (Vorrei una casa nuova) ma l’infinito o indicativo presente (avere una casa nuova/ Ho una casa nuova). Ciò che scrivi deve essere vicino e alla portata, non puoi chiedere di avere il pianeta Marte nel tuo giardino!

L’utilizzo dell penna nera su foglio bianco è utile in questo rito per dare decisione e forza a quanto scritto.

Accendi il fuoco e brucia il  primo foglio insieme al pino e  il nastro. La natura (pino) aiuterà il fuoco a trasmutare le tue energie per lasciarle andare e l’oro fornirà al tuo gesto solennità e valore.

Osserva il fumo e immagina ciò che hai scelto di lasciare dissolversi. Rimani un momento in meditazione e inizia a sentirti e visualizzarti più leggero.

Ora prendi il foglio degli intenti. Puoi accendere l’incenso e appoggiarlo sul foglio di carta, immaginando che il filo di fumo che sale verso i piani alti, porti con sè le tue richieste affinché vengano ascoltate. Scegli di accogliere le opportunità che ti offrirà la vita per realizzare ciò che hai chiesto in questa fase.

Puoi utilizzare questa bellissima invocazione, da leggere a  voce alte all’inizio o al termine del rituale:

Regina del Sole, Regina della Luna
Regina dei corni, Regina dei fuochi
Portaci il Figlio della Promessa.
E’ la Grande Madre che Lo crea
E’ il Signore della Vita che è nato di nuovo!
L’oscurità e la tristezza vengono messe da parte
quando il Sole si leva di nuovo!
Sole dorato, delle colline e dei campi,
illumina la Terra, illumina i cieli,
illumina le acque, accendi i fuochi!!
Questo è il compleanno del Sole,
io che son morto, oggi son di nuovo vivo.
Il Sole bambino, il Re nato in inverno!

Ricordati di conservare il foglietto in un posto sicuro in casa tua e di non andare a disturbarlo. I semini vanno tenuti protetti, senza troppe interferenze e alimentati con l’energia dell’intenzione.

Nei prossimi mesi osserverai questi semini, piano piano, germogliare, crescere e donare frutti.

Fammi sapere se ti è piaciuto il rito!

Ti auguro un felice e significativo Buon Solstizio e Buon Natale!

Lucia

PS: nella foto io, mia sorella e mia nipote bruciamo e lasciamo andare i riva al mare (foro del 2016)

21 dicembre 2017

Rito per il Solstizio d’Inverno

Il solstizio d’inverno è un momento di passaggio di grande energia. In tutto il mondo e in tutte le epoche, si è da sempre celebrato il passaggio dal […]
28 giugno 2017

Evolvere nel colore e nel corpo- Weekend esperienziale

Il potere evolutivo del colore. Viaggio esperienziale tra frequenze di luce e materia fisica.  “Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno […]
22 giugno 2017

Piccola magia di Solstizio d’Estate

Buongiorno amici! Ieri era il 21 giugno e, come già saprete, è il giorno del solstizio d’estate che segna l’inizio della stagione calda. Estate per molti significa vacanze, […]
15 marzo 2017
COLORI E RISATA

Colori e risata, attività fisica per tutti

Colori e Risata è il nuovo modo di fare attività fisica! In cosa consiste? Gli studi degli ultimi decenni in tema di benessere concordano nel riconoscere […]
2 ottobre 2016
meditazione kundalini di osho

Meditazione Kundalini di Osho e i suoi colori

Meditazione Kundalini di Osho e i suoi colori Ecco perchè mi piace la meditazione Kundalini di Osho e perché la propongo così spesso a Fisiocolore. La […]
15 settembre 2016
imparare dai bambini

Risate e colori, gioco e ballo… ecco cosa abbiamo da imparare dai bambini!

Risate e colori, gioco e ballo, occhi e corpo… quante cose possiamo imparare dai bambini? Nel corso dell’ultimo anno, grazie alla mia avventura Fisiocolore ho visto allargarsi gli […]
30 agosto 2016
meditazione kundalini di osho

Meditazione kundalini e ginocchia rotte

Mi sono rotta il ginocchio! Ecco cosa è successo. Ginocchia rotte e meditazione kundalini. Mi sono rotta un ginocchio… qualche anno fa! E’ vero, il sottotitolo […]