Marrone: significato e altre meraviglie.

Tacchi sì o tacchi no?
29 gennaio 2018
Multidimensionalità nella vita reale.
9 giugno 2018

Marrone: significato e altre meraviglie.

Significato del marrone e altre meraviglie

Colore di Terra, cioccolato e caffè non compare mai tra i colori preferiti. Lo indossiamo sì, qualche volta o spesso. Lo abbiniamo con facilità, scarpe e borse di cuoio ne sono la bandiera. Scopriamo di più su questo colore.

È un colore che non troviamo nello spettro della luce, non è possibile creare una luce marrone, perché esso è il risultato di un sovrapposizione sottrattiva di colori (per saperne di più leggi l’articolo sulla primarietà dei colori).

E’ legato alla terra e alla tradizione e la sua connotazione negativa deriva da una associazione storica con la sporcizia. Nei film e nell’arte il povero, il delinquente e il disgraziato vengono spesso raffigurati in abiti rotti e sporchi; il tessuto degli abiti è spesso color marrone e la terra è spalmata anche in viso. Questa associazione è stata utilizzata così spesso da essere rimasta impressa nel nostro immaginario.

Non solo il povero e sporco, ma anche il contadino fiero, lavoratore, umile e colto nella sua grande conoscenza della terra e degli animali colora i propri abiti di marrone, perchè questo è il tessuto più facile da reperire e che, a conti fatti, esalta meno le macchie di terra e i segni del lavoro fisico.

 

San Francesco d’Assisi ne fece un segno distintivo. Il suo saio marrone testimoniava una scelta consapevole di povertà, intesa come rinuncia ai grandi sfarzi e alle ricchezze materiali che la vita gli offriva (era figlio di un ricco commerciante di tessuti) per abbracciare uno stile di vita più umile pur senza soffrire di nessuna mancanza.

Egli associa quindi questo colore ad una abbondanza che deriva dalla semplicità della terra, generosa madre di tutte le creature e portatrice di nutrimento e protezione. Nella terra infatti possiamo trovare cibo, e protezione per noi stessi e per le nostre radici, le quali, come ben sappiamo, sono rappresentate nella vita dalle nostre origini familiari.

Ecco perché il marrone porta con sé una sensazione di casa, di focolare domestico e di cibo buono, nutriente e godereccio. La coccola di una cioccolata calda, il momento rilassante di un caffè, le castagne condivise davanti al fuoco, noci e noccioline mentre si chiacchiera, la legna che brucia e le verdure appena raccolte ancora sporche della terra dell’orto di casa… tutti questi elementi contribuiscono a trasmettere serenità, tranquillità e rassicurazione.

Non a caso la Terra è definita Madre Terra, perché accoglie con generosità e calore le nostre radici, le nutre e le protegge, permettendoci di sentirci appoggiati nelle nostra crescita come creature del mondo.

Quali sono i temi su cui il marrone ci aiuta a riflettere?

1- Le radici familiari

Ne parliamo sempre in sede rossa, perchè il rosso dona alle radici forza e vigore e offre a tutto il corpo l’energia vitale fisica. Ma le radici sono ciò da cui ognuno di noi arriva, le basi della nostra evoluzione. Le radici sono la famiglia e le tradizioni . Sono ciò da cui abbiamo imparato ciò che sappiamo e da cui abbiamo appreso il carattere che abbiamo. Esse ci definiranno per sempre? No, ciò che rende speciale la nostra esistenza sulla Terra è che possiamo in ogni momento della nostra vita decidere di trasformarci, lasciar andare ciò che non ci piace e arricchirci di quello che vogliamo includere nell’esperienza.

Ed allora diventa fondamentale fermarsi ad osservare le radici, il luogo da cui veniamo,  le persone che sintetizziamo in noi e tutte le tematiche irrisolte di cui ci siamo fatti carico nascendo proprio qui, con queste radici, famiglia e tradizioni.

2- Il senso di accettazione

E’ importante riflettere con  attenzione sulla personale sensazione di essere accettati e accolti nel mondo, nutriti con amore, degni di esistere per il semplice fatto di essere nati. Perchè non è così scontato.

Il senso di accettazione che percepiamo ha a che fare, di riflesso a Madre terra, con la nostra madre biologica. In questo è bene chiedersi che tipo di relazione si sta vivendo nel qui e ora con la propria madre, perché questo condiziona il rapporto con il mondo. Non importa se il rapporto è apparentemente pacifico, qui interessa ciò che si percepisce all’interno.

Mi sento accettato da mia madre? Percepisco il diritto di essere al mondo?

Qualcuno potrebbe aver vissuto situazioni problematiche o conflittuali con la propria madre. O la madre potrebbe essa stessa aver vissuto dei problemi durante la gravidanza che hanno fatto percepire al bimbo che portava in grembo di non essere stato poi così tanto desiderato e quindi accettato con difficoltà.

Il marrone porta in superficie questo tema e accompagna dolcemente ad osservarlo. Nostra madre può aver vissuto i problemi del suo tempo e della sua situazione familiare e caratteriale, reagendo come meglio ha potuto. La paura, lo smarrimento, il non sentirsi del tutto compresa, appoggiata o supportata, sono tutte sensazioni che si sono scaricate sulla creatura in grembo, inconsapevolmente e senza volontà di ciò. Il nostro compito è sollevare lei dalla colpa e affidarci alla nostra madre interiore, connessa con la Terra, per percepire il nostro diritto di esistere.

Possiamo tranquillamente risolvere la nostra relazione con la Madre biologica risolvendo la relazione con l’entità più grande che lei rappresenta. La madre biologica è simbolo terreno dell’energia femminile più grande che dona la vita e accetta la nostra esistenza.

Come fare quindi a sviscerare questo tema?

Prendendo un foglio di carta ed iniziando a dare risposta a queste semplici domande:

  1. La relazione con mia madre è pacifica o conflittuale?
  2. Mi sento accettato/a da lei così come sono?
  3. E io mi accetto e mi accolgo profondamente così come sono?

Non sono quesiti così semplici, ma siamo in grado di porceli. Rispondere a queste domande  aiuta a comprendere il legame tra questi elementi: terra, radici, mamma, famiglia, accettazione di se stesso e abbondanza e offre una guida nel percorso di ricerca e scoperta personale.

Circondati quindi di marrone, assapora i profumi e le ricchezze della terra e senti quanto essa è generosa verso tutti noi.

Buon viaggio marrone!

Vuoi conoscere il significato degli altri colori?

Vai alla pagina del test dei Colori: in fondo alla pagina troverai i link ai 7 colori dello spettro!

4 Comments

  1. fulvia ha detto:

    …come meglio ha potuto…e’ da quando mi hai mandato la mail che sto lavorando. Queste parole sono entrate in me come una bella sberla ,sonora ,diretta diritta al punto, senza passare per scorciatoie. Infatti quando sono centrata arriva la vocina …all’inizio ,frequentemente, perentoria ,dura, minacciosa e mi pungola…e io ascolto, valuto, rielaboro ,faccio mio, accetto, capisco e …lascio andare e piu’ accetto e lascio andare la vocina cambia e diventa sussurrata ,dolce e io sorrido a ricordarmi che anche io sto facendo “come meglio posso”… Ciao Lucia e grazie continua cosi ‘ un abbraccio di cuore Fulvia

    • Lucia Primo ha detto:

      Ciao Fulvia, ho letto soltanto ora il tuo bel commento. Mi hai abituata alla tua profondità e te ne sono grata. Continua così anche tu, sei una persona speciale.
      A presto, un abbraccio, Lucia

  2. Grazie Lucia, articolo preziosissimo e ispirante!
    Quando studiavo la psicologia del colore ho appreso anche l’importanza del marrone per sentirsi oltre a femminili anche sensuali…un po’ come l’arancione… che ne pensi? Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *