Rieccoci emersi in questo nuovo anno, eccoci nel 2019.

E’ un po’ come inspirare profondamente, trattenere il fiato e con una bracciata subacquea e in apnea sorpassare lo scoglio che divide il 2018 dal 2019.

Fa sempre questo effetto la transizione. Una bracciata, un balzo un passo che ci da la sensazione di poterci liberare di tutto quello che è stato per aprirci con entusiasmo e speranza a tutto il nuovo che sta arrivando.

Gli inizi portano con sé sempre molte speranze e tante aspettative, perché sentiamo che il passato è passato e finalmente quello che non funzionava prima, con l’arrivo del nuovo anno, come per magia, funzionerà. Ma è così davvero?

Purtroppo no, la speranza, da sola, non basta! Servono azioni di volontà, determinazione e intenti precisi e chiari su ciò che si vuole ottenere.

Se hai praticato il Rituale del Solstizio di Inverno il 21 Dicembre e hai seguito le mie indicazioni, avrai compreso quanto sia fondamentale porre degli intenti che sentiamo essere allineati con il volere del nostro cuore.

Raramente, se interrogato, il nostro cuore ci dirà di desiderare oggetti materiali di lusso o cose sfarzose. Questo non significa che possedere qualcosa di lusso sia negativo. Non cadiamo nell’inganno del giudizio ancora una volta.

Non c’è niente di male nel possedere cose o oggetti di valore, se questi arrivano in conseguenza alla crescita spirituale e alla ricchezza interiore. Quando il cuore si muove nella direzione dell’espansione tutto ciò che esiste sul pianeta è alla sua portata. L’ironia della questione sta nel fatto che quando la ricchezza materiale arriva in conseguenza ad una espansione del cuore, di essa non ci interessa più.

Se invece ci accorgiamo di essere schiavi del desiderio di possedere oggetti materiali e denaro dobbiamo comprendere di essere sintonizzati su una frequenza non evolutiva e in cammino nel sentiero della materia e non in quello dello spirito.

Ho fatto questa premessa perché vorrei fosse chiaro questo concetto. Non è la ricchezza materiale a renderci schiavi, ma il nostro attaccamento ad essa.

Cerchiamo quindi di focalizzare la nostra attenzione e la nostra intenzione su ciò che sta alla base dei nostri obiettivi. Quando desideriamo una casa ordinata o un lavoro più remunerativo o una relazione d’amore soddisfacente chiediamoci:

Com’è quella persona che riesce ad ottenere tutto questo?

Quindi come devo essere io, quali caratteristiche devo sviluppare di me per potermi allineare al raggiungimento di questo obiettivo?

E una volta trovate le caratteristiche utili iniziare a svilupparle e a coltivarle dentro di sé.

Tornando agli esempi precedenti per avere una casa sempre ordinata non puoi essere disordinata nelle tue piccole cose, come la tua borsa, la tua auto e persino i tuoi pensieri. Perciò dovrai focalizzarti nel SENTIRTI TU STESSO/A una persona ordinata in qualsiasi ambito della tua vita. La conseguenza di sentirti così sarà che lo sarai davvero e l’ordine in casa verrà di conseguenza.

Allo stesso modo per guadagnare di più con il tuo lavoro devi chiederti: com’è una persona che guadagna di più? Probabilmente sarà una persona più preparata su uno specifico argomento, o con un atteggiamento verso il lavoro ancor più professionale di quello che hai ora, o maggiormente organizzata e focalizzata sugli obiettivi. Avrà abitudini quotidiane diverse per essere concentrata e presente in ciò che fa e via dicendo. Invece di sperare, quindi, che il tuo datore di lavoro ti aumenti lo stipendio perché a Natale siamo tutti più buoni puoi iniziare a sviluppare dentro di te le caratteristiche che ti porteranno a crescere in quel senso.

Nel terzo esempio abbiamo la relazione d’amore soddisfacente. Anche qui puoi chiederti, rispetto alle tue relazioni precedenti, cosa vuoi di diverso. E com’è quella persona che ottiene qualcosa di diverso? Su che cosa devi lavorare in questo momento dentro di te?

Se per esempio vuoi una relazione in cui ci sia comunicazione e condivisione, puoi sviluppare queste caratteristiche con le persone che sono intorno a te, in modo da attirare l’attenzione di qualcuno che desideri a sua volta questi elementi nella relazione. Se questi elementi sono già sviluppati in te quella persona si sentirà attratta, altrimenti verrà da te qualcuno che non cerca affatto comunicazione e condivisione ma qualcosa d’altro.

Questo è il sistema che da qualche anno utilizzo per tutti i miei obiettivi. E’ infallibile? Il metodo sì, io no. So benissimo che se qualcosa ancora non funziona è perchè sono rientrata in meccanismi abitudinari negativi come la pigrizia, il giudizio, il lamento e tutte quelle bellissime cose di cui il mondo ci ha fatto dono!! (sì, sono ironica)

QUALI COLORI UTILIZZARE

Chiarito anche questo punto passiamo a capire quali colori possono essere utili nel portare avanti il processo di sviluppo delle nostre intenzioni.

IL BLU.

E’ il colore perfetto nel momento in cui devo pianificare le azioni per raggiungere i miei obiettivi. Il blu aiuta a rimanere connesso e allineato alla persona che hai scelto di essere, aiutandoti nel processo di trasformazione di tutte le credenze limitanti che si presenteranno durante il tuo viaggio.

Per fare un esempio, se ti concentri nel diventare una persona ordinata potrai avere pensieri del tipo:

“Io non sono mai stata ordinata, vedrai che non lo sarò neanche sta volta”

“In famiglia mi han sempre detto che sono nata disordinata, non cambierò mai”

Il blu ti aiuta a mantenerti connessa al pensiero “io sono una persona ordinata” perché è il colore in grado di modificare tutte queste credenze limitanti. Un ottimo strumento per lavorare con il tuo subconscio è quello di prendere una bottiglia di acqua solarizzata blu e attaccare un foglietto con scritto “sono ordinata”. Ogni volta che la berrai un messaggio diretto alla tua parte meno consapevole lavorerà in sottofondo per rinforzare questa nuova credenza.

IL ROSSO.

Grazie alla risolutezza e alla determinazione del rosso puoi portare avanti i tuoi impegni con Costanza e Pazienza. Infatti tutte le volte che la pigrizia si impossesserà di te e cercherà di farti tralasciare l’impegno di fare, per esempio, il letto al mattino, tenere a mente il tuo alleato rosso ti aiuterà a fare quello che devi fare senza pensare troppo o perdere troppo tempo. Il rosso è azione, semplice e concreta.

Vorrei anche farti notare che questi due colori mescolati insieme compongono il viola, il colore che simboleggia la direzione della nostra vita e che si allinea perfettamente al significato di tutto questo lavoro.

È il momento di metterti all’opera con te stesso/a. Forza, non tergiversare e inizia ad essere ORA la persona che hai scelto di essere. 

RICAPITOLIAMO

Prendi un foglio di carta e rispondi alle domande che ho esposto nell’articolo:

  1. Scrivi cosa vuoi ottenere nel nuovo anno.
  2. Scrivi che caratteristiche possiede la persona che ottiene quel tipo di risultato che vuoi tu.
  3. Scrivi le 3 azioni principali da portare avanti con Pazienza e Costanza (amiche del rosso) da svolgere sempre, senza se e senza ma.
  4. Tieni nota delle credenze limitanti che emergono e trasformale attraverso l’acqua blu e l’affermazione allineata al tuo punto 2.
  5. Scrivi tutto nella tua agenda e agisci

Anche in questo, come altri articoli, ho introdotto concetti che potrebbero essere per te nuovi, come inconscio, archetipo, acqua solarizzata, credenze limitanti eccetera. Qualsiasi dubbio o curiosità lasciami un commento e ti risponderò con piacere!

Buon lavoro!

Lucia

31 Dicembre 2018

Blu e rosso: come trasformare i buoni propositi in azioni concrete

Rieccoci emersi in questo nuovo anno, eccoci nel 2019. E’ un po’ come inspirare profondamente, trattenere il fiato e con una bracciata subacquea e in apnea […]