Come ti mostri? 9 suggerimenti per una postura migliore

Sito in aggiornamento…
19 Marzo 2015
Ritenzione idrica post parto e non solo..
28 Maggio 2015

Come ti mostri? 9 suggerimenti per una postura migliore

postura

Osservare il proprio corpo è una buona pratica, sempre. Così come lo è prestare attenzione alla postura che teniamo abitualmente. Non c’è bisogno di apparire come un marine in stato di “attenti”, ma una colonna vertebrale diritta irradia fiducia e fa sentire meglio! Il motivo di ciò risiede nel fatto che esiste una strettissima relazione tra la fisiologia e le emozioni.

Come ottenere una buona postura – 9 semplici suggerimenti!

 1- Tenere le orecchie, spalle e fianchi in allineamento.

Sia in piedi che da seduto osserva che ci sia allineamento tra questi elementi. È un piccolo accorgimento che ti consente di recuperare la verticale ed evitare di portare la testa in avanti con conseguente disallineamento della colonna e, puoi osservarlo tu stesso, di restituisce un piacevole sensazione di maggiore autostima.

 2- Passi tante ore seduto? Prendi una sedia con supporto lombare sufficiente.Immagine

Probabilmente in questo momento sei seduto a leggere questo articolo. Oppure non lo sei ora ma passi tante ore durante la giornata seduto in ufficio o davanti a un pc o in auto. Osserva lo schienale della sedia o del sedile dell’auto: esso deve avere una supporto che accompagna la curva lombare della parte bassa della schiena. In pratica, quando sei seduto, la schiena deve rimanere in contatto con lo schienale dal coccige fino alla parte superiore della schiena

3- La tecnica del pallone.

Prova questo esercizio: alzati in piedi ora ed immagina che ci sia un pallone gonfio di elio attaccato ad un filo che si estende dalla sommità della testa verso l’alto. Immagina, quindi, che il filo tiri il tuo capo verso il cielo. Ora, oltre ad immaginarlo, sentilo! Puoi automaticamente percepire come la tua colonna si allunghi e quanto facilmente riesci a recuperare la posizione verticale. Chiaramente non forzare e non esagerare. Tutto deve avvenire dentro i limiti fisiologici del tuo fisico. Ripetere questo esercizio più volte al giorno per tre settimane ti permetterà di instaurare una nuova sana abitudine posturale!

4- Muoviti! 

Se al lavoro o a scuola sei costretto a mantenere per molte ore la posizione seduta è probabile che dopo un po’ di tempo la tua schiena inizi ad afflosciarsi sulla sedia e le spalle a cadere in avanti.. fino a che poi non andrai dal Fisioterapista per problemi cervicali!! La muscolatura di sostegno fatica a mantenere una contrazione statica troppo a lungo perché il nostro corpo è fatto per rimanere in movimento. Quindi alzati ogni 30 minuti e fai il giro della scrivania. O, se non puoi, chinati a raccogliere 5 volte la penna da terra a destra e 5 volte la matita a sinistra, fai 5 rotazioni di caviglia per ogni piede e ricomincia.

Non lasciar arrugginire il tuo corpo in posizione seduta!

 5- Fai esercizio al mattino.

Ci sono esercizi molto semplici e veloci che si possono fare a casa senza attrezzature che hanno un effetto rapido e evidente sulla postura. Il momento migliore per fare questi è la mattina prima del lavoro / scuola  in modo da anticipare l’instaurasi delle solite vecchie cattive abitudini posturali. Se non ne consci cerca su youtube qualche semplice esercizio di yoga, i 5 tibetani o esercizi per la postura. Ogni giorno hai la possibilità di arricchire il tuo corpo con esperienze fisiche nuove!

 6- Sviluppa la consapevolezza della tua postura.

Cercare di migliorare la propria postura non è sempre così semplice. A volte la volontà di migliorarsi c’è ma le cattive abitudini sono così profondamente radicate che per la maggior parte del tempo ci dimentichiamo di prestare attenzione.

Per ovviare a questo inconveniente metti un post-it o un promemoria sulla scrivania o sul tuo pc che ti faccia da interruttore mentale. Può essere una parola, un disegnino, un simbolo. Ogni volta che lo vedi chiediti: “com’è la mia postura ora? Come sta il mio corpo? Dove sento che c’è bisogno di cambiare qualcosa? Le spalle, la schiena, il collo, i piedi come stanno?”. Questo ti eviterà di trovarti semianchilosato e dolorante dopo due ore di lavoro nella stessa posizione (e di ricorrere nuovamente al Fisioterapista!!)

 7- Acquisisci fiducia!

Come detto in precedenza, la postura influenza lo stato emotivo, in particolare la postura influenza la fiducia in sé stessi, ma anche la fiducia in sé stessi modifica la postura.  Più sei sicuro di te, migliore è la tua postura. La fiducia in sé è anch’essa un’abitudine e può essere appresa.

 8– Quando ti chini a raccogliere qualcosa, non piegarti a metà, non sei un foglio di carta!

Piega le ginocchia, tieni la schiena dritta e raccogli l’oggetto. Non essere rigido sulle gambe, lascia che siano flessibili e che ti aiutino nei movimenti. La leggerezza condiziona la postura e la qualità dei tuoi movimenti. Sii flessibile!

 9– Però non esagerare! 

Nel tentativo di mantenere una postura eretta non trasformarti in una rigida statuina da scaffale del soggiorno! È faticoso, disagevole, innaturale e non porta da nessuna parte. Rispetta le curve fisiologiche, ascolta il tuo baricentro, senti le articolazioni e il sostegno della tua muscolatura. Rispetta la morbidezza del tuo corpo e la sua capacità di adattarsi ma dagli la consapevolezza necessaria che gli permetta di reggersi, raddrizzarsi e portarti a spasso nel mondo;  tu dentro il tuo corpo con tutto ciò che sei e tutto ciò che provi.

Guarda avanti fiducioso!!

 

 

Lucia Primo
Lucia Primo
Sono una fisioterapista per il corpo e l'anima. Ti accompagno alla consapevolezza del tuo corpo attraverso l'ascolto la meditazione e il meraviglioso mondo del colore.

1 Comment

  1. Nicoletta Pellegatta ha detto:

    Ciao, leggo sempre con piacere, utili consigli, grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *