L’ energia segue l’attenzione.. ma cosa significa?

Come l’energia dei 7 chakra condiziona le tue relazioni
14 Settembre 2015
La mente tra i colori
2 Novembre 2015

L’ energia segue l’attenzione.. ma cosa significa?

Utilizzo molto spesso questa citazione di Einstein perchè la trovo illuminante e oggi ti voglio spiegare cosa significa.

L’energia segue l’attenzione….

Immagina di svegliarti una stamattina pensando ad una vespa rossa.  Quel mezzo a due ruote un po’ fashion, un po’ vintage, tanto pratico quanto stiloso che non passa mai di moda! Immagina di continuare a pensarci per tutto il giorno. Potresti desiderare di averne una per un motivo qualsiasi (la persona dei tuoi sogni ne ha una, va di moda, la bici è faticosa e non ti piace lo scooter ecc), in ogni caso ti svegli con il pensiero fisso della vespa rossa.

Ogni giorno sei bombardato da miliardi di stimoli di ogni tipo (calcola 40 Gbyte di dati al secondo!), stimoli che il tuo subconscio raccoglie in massa e in maniera arbitraria e che immagazzina in qualche cassetto del tuo cervello senza che nemmeno tu te ne renda conto. Solo una piccolissima parte di questi stimoli (1 ogni 20 milioni) raggiunge il livello cosciente della tua mente in modo che possa essere chiaramente percepito da te.

Ma perché solo alcuni stimoli vengono recepiti chiaramente?

IL PERCHE’ E’ SEMPLICE: la mente conscia è un dispositivo lento e con una scarsa capacità. Se pensierielaborasse tutti i dati ricevuti dall’inconscio alla velocità con cui li elabora l’inconscio sarebbe impossibile per te focalizzare l’attenzione su di una qualche attività precisa. Leggere, lavorare, concentrarti in qualcosa sarebbe un’operazione dispendiosissima in termini energetici. Saresti distratto da troppi stimoli. Immagina un caos di luci stroboscopiche e colori che rimbalzano dentro la tua testa! Andresti in totale black-out! 

Quindi la mente conscia è uno strumento di selezione molto prezioso.

Ma chi decide quali stimoli vengono selezionati momento per momento?

Nel tuo cervello esiste il RAS, ovvero Reticolar Activating System:  sistema di attivazione reticolare. Il sistema di attivazione reticolare è un area del cervello responsabile di regolare l’eccitazione e gli stati di sonno veglia.

All’interno del sistema reticolare è presente un’area adibita al controllo delle informazioni denominata Conditioned Response Mechanism, meccanismo di controllo condizionato.

Esso si comporta come un selettore cioè filtra le informazioni non desiderate e/o inaccettabili e lascia passare le altre. Pertanto oggi le vespe blu, verdi e gialle e gli scooter rossi passeranno inosservati perchè il tuo cervello sarà focalizzato sulla vespa rossa.

Gli stimoli che divengono coscienti sono quelli, quindi, che pazientemente il tuo sistema recettoriale filtra in base a delle indicazioni precise pre impostate. Filtri impostati chiaramente da TE, attraverso ciò a cui pensi e attraverso quello che decidi essere più importante. In altre parole, attraverso ciò a cui, più o meno consciamente, dedichi maggior attenzione o ritieni vero (le tue credenze). Ecco perché oggi che hai deciso di pensare intensamente ad una vespa rossa vedi comparire intorno a te un numero superiore alla media di vespe rosse!

Sei portato a definire questo fenomeno “coincidenza”, ma, come iniziamo ora a comprendere, in realtà coincidenza non è. È invece il risultato del fatto di aver concentrato la tua attenzione sulla vespa facendo sì che automaticamente i tuoi filtri si tarassero sulla vespa rossa stessa!
Questo discorso vale per qualsiasi altro elemento e fenomeno della tua vita: i malesseri fisici, il comportamento negativo del partner, i problemi economici, la cattiveria della gente eccetera eccetera. Per qualsiasi cosa.

TI FACCIO UN ALTRO ESEMPIO.
Se ti svegli al mattino pensando “la gente è cattiva” non farai altro che tarare i tuoi filtri su episodi in cui le persone si dimostrano cattive nei tuoi confronti. In questo modo non solo saranno questi gli aspetti che noterai prima di qualsiasi altro, ma ti porrai nei confronti delle persone in modo tale da aspettarti continuamente che esse siano “cattive” con te. E questo alimenterà un circolo vizioso che avrà lo scopo di confermare il tuo convincimento iniziale “la gente è cattiva”.

NON CI CREDI? Mettiti in fila alle poste e inizia a guardarti intorno notando solo la cattiveria, il cattivo umore delle persone, pensando che ce l’hanno con te, che ti vogliono fregare il posto in coda, che ti giudicano per come sei vestito e ti considerano una brutta persona, da evitare. Come se non avessero di meglio da fare che rovinare la giornata a te! Che faccia hai? Che atteggiamento hai? Che risposte dai? E cosa ottieni in cambio?

Prova l’opposto, guarda le altre persone in fila con te con rispetto e comprensione per il fatto che anche loro hanno altri cavoli da sbrigare e devono perdere tempo lì e considera che in realtà sono persone normalissime, che sanno essere gentili e rispondere a un sorriso. Che faccia hai stavolta? Stai per caso sorridendo? Hai iniziato a ridere e scherzare con qualcuno? Ecco come l’energia segue l’attenzione!

Questo era un banalissimo esempio, ma è proprio così che funziona!

Ovviamente così come vale per gli aspetti negativi della tua vita, tale meccanismo è altrettanto valido per gli aspetti positivi! Amici, persone positive, aspetti positivi del partner, salute fisica, buon cibo, realtà della comunità che funzionano eccetera. Tutto ciò che è positivo e benefico può essere incluso nel tuo campo di attenzione e amplificato, programmando i tuoi filtri in modo che ciò che osservi durante la giornata segua la direzione benefica che hai scelto per te stesso. Quindi perché non indirizzare la tua attenzione verso comportamenti, situazioni, persone o qualsiasi cosa tu ritenga positivo e migliorativo per te?

E i colori cosa fanno in tutto questo?

I colori sono uno strumento talmente semplice che spesso viene sottovalutato. I colori sono un vagone intero di energia direttamente fiondato nella tua realtà. Un fiume di energia alla quale la tua attenzione non può sottrarsi! E’ praticamente impossibile! Una volta che conosci i significati benefici dei colori, prestare attenzione ad essi ti riempirà di energia! Il rosso ti ricorda: sei vivo! L’arancione ti dice: sii creativo! Il giallo ti invita: concentrati! Il verde ti conduce all’amore!Il blu ti suggerisce: comunica! L’indaco ti strizza l’occhi: ascolta l’intuito! E il viola? Fidati.. e sono solo esempi… (leggi di più sui colori alla pagina del Test)

Ecco dei semplici consigli pratici per fare chiarezza sulla direzione dei tuoi pensieri

Qual è il pensiero principale della tua giornata?  Ovvero i pensieri a cui dedichi più tempo e energia. In base a quello rifletti su quali filtri hai programmato il tuo sistema di percezione della realtà. Ora che inizi a conoscere il significato dei vari colori puoi scegliere che tinta dare al tuo pensiero principale! Oggi ti dedichi al business? Pensa giallo e blu! Ti dedichi alle relazioni? Visualizza arancione e verde! E così via…
Quali sono le frasi che ti ripeti più spesso? Sono frasi che iniziano con “Non voglio…” o frasi che iniziano con “Voglio…”? Sia che tu decida di pensare a ciò che vuoi, sia che tu decida di pensare a ciò che non vuoi l’attenzione andrà lì! Quindi concentrati su ciò che vuoi! Puoi sempre usare un espediente colorato: “oggi voglio verde, giallo o rosso”. Se ti concentri su un colore non puoi pensare a ciò che non vuoi, perchè il colore scelto ti guida nella direzione giusta per te.
I tuoi pensieri ti fanno stare bene o ti creano ansia? Nel secondo caso dirottali su qualcosa che ti faccia stare bene. Probabilmente stai dando più valore a un problema che alla ricerca di una soluzione. Posizionati in una condizione di ricerca, rimuginare sui problemi non porta soluzioni, cercare le soluzioni sì. Anche in questo caso il colore giusto per lo stato d’animo giusto può esserti d’aiuto.
Uno scienziato e filosofo del ‘900 di nome Einstein (quindi insomma non uno qualunque) ha riassunto tutto questo in maniera molto chiara:

“Tutto è energia, e questo è tutto quello che esiste. Sintonizzati sulla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà, non c’è un’altra via. Questa non è filosofia. Questa è fisica.”

Io non sono Einstein (anche se il mio gatto si chiama così!) ma adatterei la sua massima: Sintonizzati sulla frequenza del colore della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà! Spesso sintonizzarsi su una frequenza è difficile, specialmente all’inizio. Con i colori diventa semplice, istintivo, un gioco..

Allora.. su che colore ti sintonizzi?

Ti ricordo che se non sai da dove iniziare puoi richiedere la Lettura Personalizzata del Test dei Colori. Scopri di più alla pagina dedicata!

Alla prossima!
Lucia
Se ti è piaciuto questo articolo fammelo sapere, con un like, un commento o condividendo.
Se vuoi chiedere informazioni o iscriverti alla newsletter vai qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *